Me ne frego

Dannate cose che mi piacciono

Mi rendo conto che l'attesa per la mia opinione sull'esibizione di Achille Lauro al festival di Sanremo sia stata estenuante.

Purtroppo non ho buone notizie: non ho voglia di parlarne, volevo solo un post clamorosamente glam.

Via che son qui, però, vorrei fare un appunto a quelli che "ma dove vuole andare? mica è Bowie", come se le stravaganze di quest'ultimo fossero tollerabili solo alla luce delle sue indiscusse capacità musicali e Achille Lauro non abbia le carte per "poterselo permettere".

Il messaggio, semplice e geniale, di Me ne frego è proprio che non devi essere Bowie. Che per me a 40anni è una cosa che boh, vabbè, o ci son già arrivato o è tardi e dovrò trovare il modo di gestire le mie tare, ma per un adolescente confuso – o chiunque altro non riesca ad accettarsi per quello che gli altri si aspettano che sia – può essere un messaggio fortissimo 1 . Un glorioso episodio queer punk in salsa glam.

Se non vi piace la musica 2 fa lo stesso, ma se non capite il potenziale dello show siete solo vecchi. Tutta l'operazione, le citazioni, il contorno: tutto è stato sapientemente coordinato e realizzato in modo impeccabile.

Nonchè ha anche creato il potenziale per...

Mattarella ascolta cose - Me ne frego edition
È solo uscendo di scena che si può capire quale ruolo si è svolto.

1. Vorrei la laurea ad honorem in sociopsicologia spicciola. Grazie.

2. A me piace, ma io notoriamente ho anche gusti di merda. Ho provato ad ascoltare la roba vecchia di Lauro, ma la produzione pre Rolls Royce non la reggo. Tutte le quote nel post son riprese da Lauro, anche quando non sue.