Ogni stop è solo un altro start

Qualche tempo fa citavo i Casino Royale per parafrasare una fase di grosso boh legata al lavoro.

Dopo un'incertezza durata circa 3 mesi e iniziata con un meeting apparentemente innocente, ieri abbiamo abbiamo avuto i kick off meeting per la prossima fase. A un anno esatto dall'inizio della mia esperienza a Vogue.

Una mini rivoluzione che se da un lato ci porterà a perdere alcuni colleghi*, dall'altro ci offrirà l'opportunità di lavorare per un obiettivo ancora più prestigioso: non solo occuparci dei fashion shows nei mercati coperti da Condé Nast International, ma anche dei ben più prominenti Stati Uniti – senza per questo trascurare i suddetti mercati.

Non sarà semplice, ma sarà divertente.


* ironicamente in uno dei post linkati speculavo la tragedia del rilascio dei contractor, cosa che effettivamente sta accadendo.

Show Comments