Trentanove

Ho passato buona parte del mio compleanno da solo e, inaspettatamente, é andato tutto bene.


Una mail per post, al blando ritmo del blog. Nient'altro.

Ogni stop è solo un altro start

Qualche tempo fa citavo i Casino Royale per parafrasare una fase di grosso boh legata al lavoro. Dopo un'incertezza durata circa 3 mesi, ieri abbiamo abbiamo avuto i kick off meeting per la prossima fase.

I vicini di casa

Ieri ha suonato  il campanello intorno alle 10 di sera. Il tizio ha farfugliato qualcosa  di strano, è passato a dirmi che aveva la mia pizza mai ordinata,  per poi chiudere, quando gli ho detto che non sapevo che volesse o perchè avesse suonato, con una cosa tipo "sono il cugino di Jeff". Ho  staccato il citofono. Buttando un occhio dalla finestra, ho notato che si  trattava di un ragazzino, con l'uniforme di una secondary school,  spaesatissimo, che è finito con l'entrare nel palazzo con

10 parole

Dieci parole [https://seths.blog/2019/06/ten-words-per-page/], il massimo di attenzione a cui possiamo aspirare. Mi chiedo se è possibile rilanciare di dieci in dieci. Forse è possibile far leggere a lungo, in questo modo. Magari ci son altre regole, tipo "paragrafi di quattro frasi". É un esericizio intessante, mi ricorda una sfida tra amici. Ci forzammo a scrivere con parole con la stessa iniziale. Ne uscì qualcosa di assurdo e ridicolo; avevamo tredici anni. Uno dei tanti me lo ricordo ancor

Percepire il proprio corpo

Ho cercato su Google body awareness e simili, ma si trovan per lo piu risorse legate allo yoga e al sesto senso – o propriocezione. Io avevo bisogno di descrivere la sensazione che si prova quando si ha la consapevolezza dell'esistenza di una parte del proprio corpo.

Volare

Mi piace volare. Mi piace arrivare presto in aereoporto, passare subito dalla sicurezza e sedermi, aspettando con una serie tv o un libro che annuncino il gate.