La prima mail

Non so perchè ma mi son perso a guardare la prima corrispondenza su Gmail. Roba vecchia vecchia, circa 2004.

La prima mail inviata recita:

Non si usa scrivere a un caro amico delle nuove da barcellona??? un bes da vilnius 1 ...

Ho anche ritrovato alcune foto della micia, sfocate come solo nel 2004.


La mia amica mi aveva poi risposto; la prima mail ricevuta su gmail:

io sto benissimo! la cittá é viva a qualsiasi ora, non ci si sente mai soli. lo scorso fin de semana c'é stata la festa di fine estate con concerti e gente per tutte le vie del centro per tutto il giorno e la notte!!!! che  meraviglia! abito in pieno centro con mille persone: un greco (che ospita sempre gente  diversa), un colombiano, un messicano, una messicana, un francese, un belga, e ora dovrebbe arrivare un'altra ragazza spagnola! mi trovo molto bene, sono tutti carini, e con la voglia di comunicare. siamo sempre in baracca! la stanza é grande... vieni? 2
[...]
mi mancano le nostre chiacchiere!

Non son mai andato. Poi il tempo passa, le cose cambiano, e a occhio e croce Giulia e io non ci sentiamo da almeno 10/12 anni 3 .


1. sul perchè ero a Vilnius, e sulla traversata in treno da Berlino, potrei scrivere a lungo, ma forse basta menzionare il proverbiale carro di buoi per dare una buona immagine della cosa – e no, non era turismo sessuale, o forse in un certo senso sì, ma non in cerca di autoctone, ecco.

2. rileggendo questo passaggio mi sento di dover sottolineare il fatto che non c'era alcun sottotesto romantico: non c'è mai stato assolutamente nulla, sebbene una 10ina di anni prima, 14enni, avessi avuto una mezza cotta. Siamo sempre stati solo amici e non c'era nulla di fraintendibile al riguardo. Tra l'altro sarebbe stato anche poco elegante andare a trovare una ragazza a Vilnius e tentare di organizzare un viaggio a Barcellona per provolare con un'altra.

3. ma siamo amici su Facebook.